LOCAZIONE USO COMMERCIALE: NULLA LA RINUNCIA PREVENTIVA DEL CONDUTTORE ALL’INDENNITÀ DI AVVIAMENTO

CONDOMINIO E LOCAZIONI Locazioni ULTIME DALLA CASSAZIONE

Secondo il Supremo Collegio (sentenza n. 24221/2019) in tema di locazione di immobile ad uso non abitativo, la clausola del contratto contenente una rinuncia preventiva, da parte del conduttore, all’indennità di avviamento a fronte della riduzione del canone, è, in virtù dell’art. 79 della legge 27 luglio 1978, n. 392,…

| 18 Ottobre 2019

LOCAZIONE IMMOBILIARE STIPULATA DALL’USUFRUTTUARIO

Locazioni ULTIME DALLA CASSAZIONE

In tema di locazione immobiliare, nel caso in cui il contratto sia stato stipulato dall’usufruttario il quale, nel corso del rapporto, abbia indebitamente percepito somme eccedenti quelle dovute a titolo di canone, alla morte del concedente la domanda del conduttore volta a conseguire la ripetizione delle somme deve essere proposta…

| 18 Ottobre 2019

FRAZIONAMENTO APPARTAMENTO E MILLESIMI

Condominio CONDOMINIO E LOCAZIONI ULTIME DALLA CASSAZIONE

La divisione in due e la successiva vendita di un appartamento non comporta la revisione delle tabelle millesimali ma soltanto un diverso e proporzionale riparto delle spese che può e deve essere fatto dall’amministratore senza dunque la necessità di una specifica delibera assembleare, lo ha stabilito la Suprema Corte di…

| 11 Settembre 2019

NULLA LA DELIBERA DELL’ASSEMBLEA CONDOMINIALE CHE MODIFICA IL CRITERIO LEGALE DI RIPARTIZIONE DELLE SPESE

Condominio CONDOMINIO E LOCAZIONI Senza categoria ULTIME DALLA CASSAZIONE

Deve ritenersi nulla e non meramente annullabile, anche se assunta all’unanimità, la delibera che modifichi il criterio legale di ripartizione delle spese stabilito dall’articolo 1126 del codice civile, senza che i condomini abbiano manifestato l’espressa volontà di stipulare un negozio dispositivo dei loro diritti in tal senso. La predetta nullità…

| 5 Luglio 2019

Assegno di divorzio: assume rilievo la durata della vita in comune e la formazione del patrimonio

Diritto di famiglia ULTIME DALLA CASSAZIONE

L’ex coniuge ricorreva avverso il provvedimento di revoca emesso dalla Corte d’Appello che aveva revocato l’assegno di mantenimento di euro 250 mensili disposto dal Tribunale in suo favore ed a carico del marito. La ricorrente sosteneva che la differenza reddituale tra le parti (39.000 euro annui lordi per il marito…

| 21 Maggio 2019

ASSEGNO DI DIVORZIO: LA CASSAZIONE RITORNA AL TENORE DI VITA

Diritto di famiglia ULTIME DALLA CASSAZIONE

La Prima sezione della Corte di Cassazione, con ordinanza n. 4523 del 14 febbraio 2019, nel confermare una pronuncia della Corte di Appello di Catania, ha ritenuto applicabile il criterio del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio ai fini della determinazione dell’assegno di divorzio in favore dell’ex moglie.

| 11 Marzo 2019

DISTANZE LEGALI

ULTIME DALLA CASSAZIONE

In tema di distanze legali nelle costruzioni, le prescrizioni contenute nei piani regolatori e nei regolamenti edilizi comunali, essendo dettate, contrariamente a quelle del codice civile, a tutela dell’interesse generale a un prefigurato modello urbanistico,non tollerano deroghe convenzionali da parte dei privati; tali deroghe, se concordate, sono invalide, né tale…

| 8 Gennaio 2019

TRASCRIZIONE PER L’AFFITTO D’AZIENDA CON BENI IMMOBILI

CONTRATTUALISTICA E ASSISTENZA STRAGIUDIZIALE ULTIME DALLA CASSAZIONE

L’ avvenuta cessione del canone derivante da un contratto di affitto di azienda (comprensiva di beni immobili) deve essere trascritta nei registri immobiliari se ha una durata superiore a un triennio, qualora la si voglia rendere opponibile ai terzi, ad esempio, al soggetto che si renda acquirente dell’azienda affittata. Lo…

| 26 Novembre 2018

MANCATA ULTIMAZIONE DEI LAVORI O RITARDO. PENALE, RISOLUZIONE DEL CONTRATTO O COMPLETAMNETO DELL’OPERA

CONTRATTUALISTICA E ASSISTENZA STRAGIUDIZIALE TUTELA PROPRIETA IMMOBILIARE ULTIME DALLA CASSAZIONE

La clausola penale, che configura una concordata e preventiva liquidazione del danno in favore del creditore, può essere stipulata, secondo la previsione dell’articolo 1382 del Cc, per il caso di inadempimento ovvero per il caso di ritardo nell’adempimento. Lo ricorda la Cassazione con la sentenza n. 27994

| 19 Novembre 2018

LOCATORE RISARCIBILE PER IL MANCATO RILASCIO TEMPESTIVO DEL BENE

Locazioni ULTIME DALLA CASSAZIONE

Decisiva la sentenza della Cassazione che rimette in gioco i diritti del locatore in tre casi quando cioè ci sia:  una riduzione della domanda; una domanda dei danni incrementali e i fatti sopravvenuti. I Supremi giudici, quindi, hanno rimodulato i diritti del locatore quando venga dimostrato l’illecito comportamento da parte…

| 16 Ottobre 2018