ASSEGNO DI DIVORZIO: LA CASSAZIONE RITORNA AL TENORE DI VITA

Diritto di famiglia ULTIME DALLA CASSAZIONE

La Prima sezione della Corte di Cassazione, con ordinanza n. 4523 del 14 febbraio 2019, nel confermare una pronuncia della Corte di Appello di Catania, ha ritenuto applicabile il criterio del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio ai fini della determinazione dell’assegno di divorzio in favore dell’ex moglie.

| 11 Marzo 2019

DISTANZE LEGALI

ULTIME DALLA CASSAZIONE

In tema di distanze legali nelle costruzioni, le prescrizioni contenute nei piani regolatori e nei regolamenti edilizi comunali, essendo dettate, contrariamente a quelle del codice civile, a tutela dell’interesse generale a un prefigurato modello urbanistico,non tollerano deroghe convenzionali da parte dei privati; tali deroghe, se concordate, sono invalide, né tale…

| 8 Gennaio 2019

TRASCRIZIONE PER L’AFFITTO D’AZIENDA CON BENI IMMOBILI

CONTRATTUALISTICA E ASSISTENZA STRAGIUDIZIALE ULTIME DALLA CASSAZIONE

L’ avvenuta cessione del canone derivante da un contratto di affitto di azienda (comprensiva di beni immobili) deve essere trascritta nei registri immobiliari se ha una durata superiore a un triennio, qualora la si voglia rendere opponibile ai terzi, ad esempio, al soggetto che si renda acquirente dell’azienda affittata. Lo…

| 26 Novembre 2018

MANCATA ULTIMAZIONE DEI LAVORI O RITARDO. PENALE, RISOLUZIONE DEL CONTRATTO O COMPLETAMNETO DELL’OPERA

CONTRATTUALISTICA E ASSISTENZA STRAGIUDIZIALE TUTELA PROPRIETA IMMOBILIARE ULTIME DALLA CASSAZIONE

La clausola penale, che configura una concordata e preventiva liquidazione del danno in favore del creditore, può essere stipulata, secondo la previsione dell’articolo 1382 del Cc, per il caso di inadempimento ovvero per il caso di ritardo nell’adempimento. Lo ricorda la Cassazione con la sentenza n. 27994

| 19 Novembre 2018

LOCATORE RISARCIBILE PER IL MANCATO RILASCIO TEMPESTIVO DEL BENE

Locazioni ULTIME DALLA CASSAZIONE

Decisiva la sentenza della Cassazione che rimette in gioco i diritti del locatore in tre casi quando cioè ci sia:  una riduzione della domanda; una domanda dei danni incrementali e i fatti sopravvenuti. I Supremi giudici, quindi, hanno rimodulato i diritti del locatore quando venga dimostrato l’illecito comportamento da parte…

| 16 Ottobre 2018

MANTENIMENTO FIGLI:IL GIUDICE NON HA L’OBBLIGO DI ATTENENRSI ALLE RICHIESTE DEI GENITORI

Diritto di famiglia ULTIME DALLA CASSAZIONE

Nella determinazione dell’assegno di mantenimento dei figli il giudice può discostarsi da quanto chiesto o concordato dai genitori. Non valgono, inoltre, le “normali” regole procedurali per l’acquisizione probatoria: è quindi valido anche il rapporto dell’investigatore privato depositato in sede di precisazione delle conclusioni. Questo è il principio affermato dalla Corte…

| 13 Settembre 2018

PER L’ASSEGNO DI DIVORZIO BISOGNA TENER CONTO DEL CONTRIBUTO DATO ALLA VITA FAMILIARE

Diritto di famiglia DIRITTO DI FAMIGLIA E SUCCESSIONI ULTIME DALLA CASSAZIONE

La Corte di cassazione, con un’importante sentenza delle Sezioni unite civili, la n. 18287 /18 ha fornito una serie di chiarimenti su natura e riconoscimento dell’assegno di divorzio. Una pronuncia assai attesa, dopo che l’anno scorso la stessa Cassazione, ma a sezione semplice, aveva mandato in soffitta quel criterio del…

| 12 Luglio 2018

NOZZE GAY TUTELATE ANCHE IN ITALIA

Diritto di famiglia DIRITTO DI FAMIGLIA E SUCCESSIONI ULTIME DALLA CASSAZIONE

Non possono essere tuttora trascritti all’anagrafe italiana i matrimoni celebrati all’estero tra un cittadino italiano e uno straniero. E tuttavia, per effetto della legge Cirinnà, applicabile anche retroattivamente ai matrimoni conclusi prima della sua entrata in vigore, la tutela è quella delle unioni civili. Lo precisa la Corte di cassazione,…

| 15 Maggio 2018

EREDITA: IL VALORE DEI BENI VA AGGIORNATO IN CASO DI “FLUTTUAZIONI”.

Successioni ULTIME DALLA CASSAZIONE

In tema di divisione, il valore dei beni si determina con riferimento ai prezzi di mercato correnti al tempo della decisione, con conseguente necessità di aggiornamento di tale valore d’ufficio, anche in appello, per adeguarlo alle fluttuazioni di mercato dello specifico settore. Lo ha stabilito la Suprema corte con la…

| 9 Aprile 2018