"Legum servi sumus ut liberi esse possimus" (Siamo schiavi delle leggi, per poter essere liberi).

Marco Tullio Cicerone
Pro Cluentio 66 a.d.

Ultime dalla Cassazione












  • LOCATORE RISARCIBILE PER IL MANCATO RILASCIO TEMPESTIVO DEL BENE
    16 ottobre 2018

    Decisiva la sentenza della Cassazione che rimette in gioco i diritti del locatore in tre casi quando cioè ci sia:  una riduzione della domanda; una domanda dei danni incrementali e i fatti sopravvenuti. I Supremi giudici, quindi, hanno rimodulato i diritti del locatore quando venga dimostrato l’illecito comportamento da parte del locatario. Questo in estrema sintesi il contenuto della ordinanza 15 ottobre 2018 n. 25631/18.

    Il caso – La vicenda sui cui i giudici si sono pronunciati ha visto protagonisti una società immobiliare e una casa di cura a Roma (altro…)

    MANTENIMENTO FIGLI:IL GIUDICE NON HA L’OBBLIGO DI ATTENENRSI ALLE RICHIESTE DEI GENITORI
    13 settembre 2018

    Nella determinazione dell’assegno di mantenimento dei figli il giudice può discostarsi da quanto chiesto o concordato dai genitori. Non valgono, inoltre, le “normali” regole procedurali per l’acquisizione probatoria: è quindi valido anche il rapporto dell’investigatore privato depositato in sede di precisazione delle conclusioni. Questo è il principio affermato dalla Corte di cassazione che (altro…)

    PER L’ASSEGNO DI DIVORZIO BISOGNA TENER CONTO DEL CONTRIBUTO DATO ALLA VITA FAMILIARE
    12 luglio 2018

    La Corte di cassazione, con un’importante sentenza delle Sezioni unite civili, la n. 18287 /18 ha fornito una serie di chiarimenti su natura e riconoscimento dell’assegno di divorzio. Una pronuncia assai attesa, dopo che l’anno scorso la stessa Cassazione, ma a sezione semplice, aveva mandato in soffitta quel criterio del tenore di vita cui adeguare l’importo dell’assegno che, per 27 anni, era stato considerato dagli stessi giudici il riferimento principale. (altro…)

    NON PERDE LA PATRIA POTESTA’ LA MADRE CHE PER RAGIONI DI LAVORO PORTA IL FIGLIO IN UN’ALTRA CITTA’
    19 giugno 2018

    Non perde la patria potestà la madre separata che, anche senza il consenso del padre, porta il figlio in un’altra città dove trova un lavoro, dopo aver perso l’impiego precedente, e dove ha l’appoggio della sua famiglia. (altro…)


Diritto di famiglia e successioni

Tutti gli articoli della categoria

Condominio e locazioni

Tutti gli articoli della categoria

Tutela proprietà immobiliare

Tutti gli articoli della categoria

Contrattualistica e assistenza stragiudiziale

Tutti gli articoli della categoria

Assistenza italiani residenti all'estero

Tutti gli articoli della categoria

Risoluzione alternativa controversie

Tutti gli articoli della categoria

Cartelle
esattoriali

Tutti gli articoli della categoria

APPROFONDIMENTO DEL MESE Leggi tutti

TELECAMERE NEL CONDOMINIO
8 ottobre 2018

Il regolamento europeo sulla privacy entra anche in condominio. Negli edifici il rapporto fra tutela della privacy e ricerca di maggior sicurezza attraverso l’installazione di telecamere e videocitofoni da parte di un condomino è sempre controverso. La questione oggi è ancora più complicata poiché se, da un lato, la recente giurisprudenza ha ampliato la tutela…

LA CESSIONE DEL CONTRATTO
13 settembre 2018

La cessione del contratto costituisce un contratto plurilaterale, che si perfeziona quando il proponente (o i proponenti, nel caso di proposta comune tra cedente e cessionario) abbia notizia dell’accettazione dell’ultimo dei due destinatari, assumendo pertanto imprescindibile rilievo al riguardo (pure) il consenso del contraente ceduto, che, cosi’ come quello delle altre parti, puo’ essere espresso…